Benvenuti nel nostro sito!

Clicca qui per vedere il Calendario degli Spettacoli!

 

Bruno Lanzarini

Bruno Lanzarini è l'attore dialettale bolognese che più di chiunque altro ha segnato un' epoca e rappresentato un personaggio per la storia delle nostre scene in vernacolo. La vera qualità dell’attore Lanzarini nasceva da una capacità di osservazione attenta, minuziosa, scientifica quasi, nei confronti dei molteplici diversi aspetti dell’umana tipologia. Di questa sua dote usava con limpida intuizione anche per definire le caratterizzazioni dei vari personaggi di ogni commedia. Ecco perché Lanzarini, oltre all’essere stato molto probabilmente il miglior attore del teatro dialettale bolognese d’ogni tempo (un solo confronto è possibile per chi lo vide, con Augusto Galli), fu anche ottimo maestro di recitazione.

Adriana Lanzarini

Dopo la morte del padre Bruno la compagnia recitò ancora due volte, poi ognuno se ne andò per la sua strada. Poi il 25 Aprile del 1985 Adriana Lanzarini insieme a Nino Nanni, Daniele Fantoni, Piero Bignami, Luciana Stracciari, Tina Gamberini , si ritrovarono dentro la stanza di una parrocchia a cambiarsi d'abito in compagnia di una umidità spaventosa e due microfoni funzionanti su cinque che li attendevano di là sul palco per rappresentare “Lavurer l'è fadiga” al pubblico intervenuto per la sagra di Crespellano. Il cielo era pieno di stelle, noi eravamo felici e il pubblico contento era la prima serata della neonata compagnia dialettale bolognese “Bruno Lanzarini”. Quando mio padre morì nel 1976 racconta la figlia sig.ra Adriana tutto fu sciolto e solo nel 1985 libero da altri impegni fu in grado di far nascere un altra compagnia dialettale in memoria di mio padre con lo stesso nome e lo stesso repertorio.